È necessario attivare JavaScript per poter visualizzare correttamente questo sito

Attività di accertamento impianti interni

Spiegazioni generali:

L'attività di accertamento è regolamentata dalla deliberazione dell'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA)  n. 40/2014/R/gas e s.m.i. e riguarda le società di distribuzione del gas, tenute ad accertare la corretta installazione e il funzionamento degli impianti a gas (sicurezza degli impianti di utenza): ciò avviene mediante l'acquisizione e l'analisi della documentazione tecnica relativa agli impianti interni realizzati, redatta dagli installatori. Il controllo riguarda gli impianti alimentati a gas distribuito a mezzo reti canalizzate (gas naturale e gpl) per uso non tecnologico (es. riscaldamento, cottura cibi, produzione acqua calda sanitaria, condizionamento).

L'attività di accertamento, svolta secondo le Linee Guida  CIG N. 11, riguarda:

  • attivazione di nuove forniture
  • riattivazione/attivazione di impianti di utenza modificati o trasformati.
Per ciascuna pratica la modulistica da presentare è distinta (vedi sotto).

La documentazione relativa alle attivazioni di nuove forniture o riattivazione/attivazione di impianti di utenza modificati è sottoposta ad accertamento obbligatorio:
  • se positivo (andato a buon fine), si procede con l'attivazione della fornitura nei termini previsti dalle deliberazioni dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA)  n° 574/2013;
  • se negativo (non andato a buon fine), non si procede con l'attivazione della fornitura. Bim Bellluno Infrastrutture spa, tramite lettera raccomandata, informa dell'esito negativo sia l'utente che la società di vendita. La richiesta di attivazione corredata da apposita documentazione corretta/idonea deve, pertanto, essere ripresentata. I costi relativi all'accertamento, anche se esito negativo, vengono in ogni caso addebitati.
I costi di attivazione sono variabili in funzione della potenzialità termica installata.

Per ragioni di sicurezza al momento dell’attivazione è consigliabile la presenza in loco del cliente o di un suo sostituto.

Il costo dell’accertamento è fatturato alla società di vendita, che può a sua volta addebitarlo al cliente finale senza maggiorazione alcuna.

Riepilogo dei costi:
  • per impianti interni di potenzialità termica minore o uguale a 35 kW, il costo di accertamento è pari a 47 euro + Iva;
  • per potenzialità maggiore di 35 kW e minore o uguale di 350 kW, il costo è 60 euro + Iva;
  • per potenzialità superiore a 350 kW il costo è di 70 euro + Iva. 
Alla società di vendita sono addebitate anche le spese di attivazione in vigore.

Attenzione:

  1. Utile, per una comprensione corretta dei moduli Allegati H/40 e I/40 e delle pratiche di allacciamento/attivazione fornitura, consultare le spiegazioni riportate nei documenti:
    Allegato F/40 per nuovo allaccio (iter successivo all’accettazione del preventivo) - prospetto informativo allegato al preventivo di spesa per i lavori di allacciamento;
    Allegato F/40 per spostamento contatore (iter successivo all’accettazione del preventivo) - prospetto informativo allegato al preventivo di spesa per i lavori di allacciamento;
    Allegato G/40 (iter di richiesta fornitura) - prospetto informativo fornito dal Venditore al Cliente Finale, all’atto della richiesta di attivazione della fornitura.
  1. Per l’ottenimento degli atti autorizzativi eventualmente necessari per l’esecuzione del lavoro richiesto riportiamo una stima di massimo: 30 gg per permesso comunale; 60 gg per autorizzazione provinciale; 60 gg per autorizzazione Veneto Strade; 120 gg per Anas, 120 gg per Beni ambientali. Data la particolare situazione morfologica delle zone montane, i tempi per l’ottenimento di atti autorizzativi possono essere suscettibili di variazioni.

Procedura passo-passo:

La modulistica pubblicata è semplice facsimile. E' cura dell'azienda di vendita fornitre al cliente la modulistica da compilare e presentare a fini dell'accertamento documentale secondo le Linee guida CIG n. 11. 
  • Per l'attivazione nuove forniture e per riattivazione/attivazione di impianti di utenza modificati o trasformati
    • Allegato H/40 Attenzione: si tratta di facsimile reso disponibile a scopo informativo, da non utilizzare: verrà fornito precompilato dal Venditore con la richiesta di fornitura.
    • Allegato I/40 Attenzione: il Modulo è fornito già compilato a cura dell’Installatore abilitato - va presentato completo di tutti i documenti richiesti nel medesimo allegato.
Recapito cui far pervenire la suindicata "documentazione originale" per l’accertamento documentale: Bim Belluno Infrastrutture spa - Via Tiziano Vecellio 27/29 - 32100 Belluno
Per la presentazione della documentazione è consigliabile fare in ogni caso riferimento all'azienda di vendita.
torna in cima